Written by 14:22 Media, Wired Italia

Le regole dell’Europa per far circolare i dati e fare concorrenza a Cina e Stati Uniti

Manca l’ultimo ok al Data governance act, che regolerà lo scambio di informazioni tra pubblico e privato all’interno dell’Unione, favorendo una data economy locale

Share:
wired_post

di Vincenzo Tiani

Manca l’ultimo miglio per l’approvazione definitiva del Data Governance Act (Dga)ad appena un anno dal suo annuncio. Il nuovo testo, frutto del compromesso della Commissione, del Parlamento e del Consiglio europeo, passerà presto al voto finale per diventare legge. Il Dga è il primo tassello della strategia europea sulla data economy. La norma regolerà lo scambio di dati, personali e non, tra pubblico e privato per fini di ricerca o di business offrendo regole chiare, trasparenza e indipendenza nella gestione, nel rispetto della protezione dei dati personali così come del segreto industriale.

Al centro di questa novità ci sono i data hub, strutture gestite da soggetti terzi indipendenti dove si potrà accedere ai dati di enti pubblici o altre aziende. Questi soggetti saranno iscritti in un registro accessibile in modo da garantirne la buona fede. “Questo regolamento è un primo tassello per stabilire un’economia basata sui dati solida ed equa. Si tratta di creare le giuste condizioni per una condivisione fiduciosa dei dati, in linea con i nostri valori e diritti fondamentali europei. Stiamo creando un ambiente sicuro in cui i dati possono essere condivisi tra settori e Stati membri a beneficio della società e dell’economia“, ha commentato Margrethe Vestager, Commissaria Europea alla concorrenza.

Questi marketplace infatti faciliteranno lo scambio di dati tra organizzazioni di diversi Stati membri. Si pensi alla possibilità di sviluppare dei servizi per la città potendo avere accesso ai dati delle aziende o dei comuni sul traffico, dati non solo italiani, ma di ogni paese europeo. O poter sfruttare facilmente dataset relativi ad abitudini di mercati molto diversi da quello italiano per poter studiare la miglior strategia di lancio in quello Stato.

Continua a leggere su Wired Italia

(Visited 31 times, 1 visits today)
Share:
Close