Written by 17:16 IAPP, Media

IAPP Rome Chapter con Ignacio Gomez Navarro (EDPB) per il post Schrems II

Ignacio Gomez Navarro dell’EDPB ha presentato le misure supplementari alle SCC per i trasferimenti di dati personali verso Paesi terzi

IAPP 22 giugno 2021

L’eco della sentenza della Corte di Giustizia che ha invalidato il Privacy Shield non si è ancora esaurito e la sua incidenza è tuttora stravolgente nell’ambito dei trasferimenti di dati personali all’estero. Sul punto è però intervenuto l’European Data Protection Board (EDPB), il quale, con l’approvazione delle Raccomandazioni 01/2020, ha offerto a titolari, responsabili e professionisti del mondo della privacy uno strumento di assoluto rilevo per orientarsi nell’era “post Schrems II”. 

Proprio tali Raccomandazioni sono state al centro dell’incontro organizzato questo pomeriggio dal KnowledgeNet Chapter di Roma dell’International Association of Privacy Professionals (IAPP). Ospite d’eccezione dell’evento è stato Ignacio Gomez Navarro dell’EDPB, il quale – in dialogo con Federico Sartoreco-chair del Chapter romano della IAPP – ha presentato le principali novità dell’ultima e consolidata versione delle Raccomandazioni, pubblicata appena qualche giorno fa.

Ignacio Gomez Navarro ha ripercorso la roadmap disegnata dall’EDPB al fine di fornire una metodologia che consenta all’esportatore di determinare se e quali misure supplementari debbano essere adottate per i propri trasferimenti di dati al di fuori dello Spazio Economico Europeo. L’attenzione è stata posta su ognuno dei sei step che compongo la procedura e, in modo particolare, sugli elementi aggiunti nell’ultima versione del testo allo step 3, il quale disciplina l’assessment cui è chiamato ogni esportatore al fine di valutare l’efficacia dello strumento di trasferimento prescelto alla luce delle leggi e delle prassi applicabili al trasferimento nel paese dell’importatore. A tal riguardo, l’EDPB ha dedicato particolare considerazione anche al possibile rilievo delle prassi delle autorità pubbliche del paese di destinazione. Il data exporter dovrà dunque tener conto sia della legislazione del paese che della sua esperienza diretta per quel tipo di trasferimenti in quel paese.

Al termine dell’incontro, Ignacio Gomez Navarro ha risposto anche ad alcune delle domande poste dal nutrito pubblico che ha preso parte a questo primo evento internazionale organizzato dal Chapter romano della IAPP.

Potete seguire il Chapter romano della IAPP su Linkedin per restare aggiornati sui prossimi incontri e iniziative.

(Visited 60 times, 1 visits today)
Close