Written by 15:16 Agenda Digitale, Media

Big tech, tutte le proposte per risolvere il dilemma del decennio

Big Tech

di Rocco Panetta

Nelle ultime settimane, i grandi colossi del web si sono trovati al centro di una tempesta perfetta. Dai drammatici momenti a Capitol Hill – con il successivo ban dell’ex presidente Trump dalle principali piattaforme social – alla grande polemica attorno alle modifiche all’informativa privacy di WhatsApp. Per mano della nostra Autorità Garante sono poi arrivati anche il blocco di Tik Tok e l’apertura di un fascicolo su altri social network. Fino ad arrivare oggi agli scontri in Australia tra Governo (e editori) e Google/Facebook, per una legge che prova a dirottare soldi dalle big tech ai giornali.

Tutte notizie che vanno interpretate nel mutato clima intorno alle big tech: pressoché tutti i Governi (Usa, in Europa, Cina…) le stanno mettendo sotto una lente, per profili privacy, antitrust e fiscali.

Numerosi sondaggi (Consumer Reports, Pew Internet) rivelano che anche gli utenti diventano sospettosi e vorrebbero una regolazione più forte per le big tech.

Si è infatti ormai raggiunto un punto di collasso nei rapporti tra grandi piattaforme, utenti, governi e autorità. L’emergenza coronavirus non ha fatto altro che riempiere ancor di più un bicchiere che ora sta iniziando a strabordare: se da una parte la pandemia ha confermato utilità e necessità degli strumenti digitali per la tenuta delle nostre vite e società, ha rivelato la nostra crescente dipendenza dalle big tech e ha rafforzato il loro potere, mentre crescono le diseguaglianze economiche.

E adesso? Le strade percorribili per riequilibrare la bilancia che attualmente pende a favore dei giganti del web sono diverse.

Abbiamo deciso di raccogliere in questo articolo alcune tra le moltissime proposte avanzate negli ultimi anni. L’auspicio è che questa breve rassegna possa diventare una sorta di bussola per muoversi tra i meandri di una tematica attuale, complessa e caratterizzata proprio dalla mancanza di risposte univoche.

Leggi tutto l’articolo su Agenda Digitale 

(Visited 22 times, 1 visits today)
Close