L’Autorità Nazionale Anti Corruzione conferma il suo impegno nell’utilizzo della tecnologia a supporto del whistleblowing

Raffaele Cantone, presidente dell’Autorità Nazionale Anti Corruzione, nel rispondere all’appello del Centro Hermes per la trasparenza e i diritti umani digitali ha ribadito che l’ANAC è attiva sul fronte della predisposizione di tecnologie open source di supporto alla gestione delle segnalazioni di condotte illecite (c.d. whistleblowing).

La risposta integrale è reperibile al seguente link.

Share: