La Camera approva emendamento fantasma sulla data retention

Durante la seduta del 19 luglio, nel corso del dibattito sulla cd. Legge Europea 2017,  la Camera ha approvato un controverso emendamento volto ad innalzare a ben 72 mesi (6 anni) il periodo di conservazione dei dati del traffico telefonico e telematico per finalità di contrasto al crimine e al terrorismo.

Sorprende e sconcerta che una modifica normativa di tale rilevanza ed impatto sia stata proposta nell’ambito della discussione sull’attuazione della Direttiva 2014/33/UE sulla sicurezza degli ascensori. Più che legittimo pensare che tale collocazione sia stata “premeditata” per evitare che si presti particolare attenzione alla norma (link).

Share: